Buoni Propositi 2021

Quante volte vi siete ritrovati a fare una lista di buoni propositi? Magari proprio a fine anno!

Che sia per trovare nuovi spunti, riprendere buone abitudini o mettersi alla prova, chiunque ha fatto almeno una volta nella sua vita una lista di buoni propositi o di desideri da realizzare.

Uno dei motivi principali per cui poche persone riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati in una lista, è il fatto che le colonne da spuntare sono troppe e il tempo prefissato troppo poco. Ecco perché voglio concentrarmi su 3 buoni propositi da mettere in campo per un anno intero, con lo scopo di dedicare tempo ad almeno 2 di questi. Ovviamente, si tratta di cose che possono stimolare la scrittura e la creatività. Per questo, se vi pare, potreste anche voi decidere di seguirli. Cominciamo!

1) SMETTERLA DI PROCRASTINARE

In Psicologia si definisce procrastinazione quel comportamento che spinge a ritardare volontariamente un’azione nonostante prevedibili conseguenze future negative, optando quindi per il piacere di breve durata a costo dei benefici a lungo termine. In parole più semplici la procrastinazione si riferisce all’atto di sostituire attività prioritarie e importanti con attività piacevoli o compiti meno rilevanti o urgenti. Il meccanismo della procrastinazione è tutt’altro che semplice e non si vuole qui approfondire un argomento ampiamente trattato in decine di libri (tra cui questo) quindi passiamo a tre consigli a riguardo:

    • Bada alla regola dei 2 minuti: questa regola dice che se una certa attività porta via meno o fino a due minuti di tempo, falla subito. Questa regola è ampiamente utilizzata anche nel campo dell’organizzazione aziendale dove c’è sempre troppo da fare e poco tempo per farlo. La teoria vuole che levati tutti i piccoli compiti e incarichi, ci sia poi tutto il tempo da dedicarsi alle cose importante. Al contrario, concentrandosi solo su una sola grossa cosa da fare, si rimanda e procrastina decine di piccole altre che poi si accumulano diventando una montagna insormontabile di doveri.
    • Organizza le mansioni: tutto quello che c’è da fare ha sicuramente un’importanza e una priorità rispetto a tutto il resto. Spesso, chi procrastina, è semplicemente un po’ disorganizzato e finisce per arrancare dietro alle cose da fare. Mettere tutto per iscritto, con delle scadenze, con dei momenti di verifica, fa tenere invece il quadro completo sott’occhio e se pure le cose si accumulano, si avranno sempre ben presenti scadenze e priorità.
    • Prenota per tempo: quella visita medica, quel viaggio che ti renderebbe tanto felice, quel corso di pilates che farebbe tanto bene alla tua schiena, eccetera eccetera. Prenota tutto quello che devi o verresti fare con un certo anticipo e inseriscilo in una tua scaletta di attività.

Parlando di scrittura, procrastinare è forse una delle cose più comuni.  Un buon modo per non accampare scuse è proprio fare uno schema di lavoro, stabilire un numero di pagine da scrivere (o correggere) a settimana… cascasse il mondo!

2) FAI QUALCOSA CHE PENSAVI NON AVRESTI MAI FATTO

Ora… non è che dovete cominciare a fare paracadutismo o allenarvi per la maratona di NY. Sicuramente nella vostra vita avete procrastinato cose che poi sono rimaste lì nel cassetto, proprio perché pensavate che non avreste mai avuto la forza, il coraggio, la volontà, i soldi, l’audacia… Adesso, nell’ottica di provare a voi stessi che non siete dei rammolliti, che siete capaci di mantenere delle vecchie promesse fatte a voi stessi, è giunto il momento di prendere vecchie liste cartacee o mentali, e spuntare qualcosa di quello che nell’ardore del momento avevate segnato. Ripeto, non per forza deve essere qualcosa di spericolato, può trattarsi anche cose del tipo: prendere lezioni di tip-tap, fare un approfondimento della laurea, o prendere una laurea, organizzare un viaggio in india, imparare ad andare sulla moto e poi, comprare una moto (va bene anche uno scuterone). In sostanza, prendetevi il tempo di fare quel qualcosa che in qualche modo e per qualche motivo avete rinunciato di fare ma che oggi stesso, potreste prendere in considerazione di realizzare.

Non pensateci troppo su, agite!

E nel caso non sappiate cosa fare, ecco tre consigli in tema scrittura che potrebbero fare al caso vostro.

    • Organizza un Viaggio: che sia ispirato dal Signore degli Anelli, le isole della Pirateria o i racconti di Salgari, organizza un viaggio avventuroso che ti porti alla scoperta di luoghi narrati in romanzi o che sia per loro natura fantastici. Un viaggio tra in cerca di un tesoro,
    • Segui un corso Social: imparare a comunicare on line è il primo passo per creare una propria presenza. Invece d’improvvisare, potresti scegliere di approfondire argomenti di cui magari sai poco o nulla espandendo le tue conoscenze!
    • Impara a Dipingere: magari sei proprio negato in quest’arte ma se ti affascina, se ami scarabbocchiare, se ti colorare mandala pre-stampati, potresti spingerti un po’ oltre e cominciare un percorso che un giorno potrebbe portarti molta soddisfazione.
LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO

Editoria, approvata Legge sul libro

vai all’articolo

3) LEGGI DI PIÙ… COSE CHE NON LEGGERESTI

Consigliare di leggere è di per sé sempre un buon consiglio, ma spesso si finisce per leggere sempre le solite cose spinti da quelli che sono i gusti personali. Ecco perché il consiglio è quello sì di leggere di più (che non fa mai male, a prescindere della quantità di carta stampata che già si macina normalmente) ma di farlo con un occhio di attenzione verso quelle letture che solitamente si evita di prendere in considerazione.

Può riguardare persino dizionari e vecchie enciclopedie impolverate, blog di disinformazione o scientifici, romanzi di genere distanti dai vostri gusti, libri scritti un centinaio di anni fa, ma non diventati dei classici. Rimarrete sorpresi dalla quantità di cose nuove che si possono scoprire con una mente aperta, affrontando letture e argomenti che magari prima non avreste mai preso in considerazione.

Grazie dell’attenzione, Paul D. Dramelay